REC

Cent'anni di corsa

regia:
Parrino Domenico G. S.
durata:
17'31"
anno:
Italia, 2018
genere:
Sport, Biografia

Sinossi

La storia di Giuseppe Ottaviani, un atleta di 100 anni. Passo dopo passo a 70 anni scopre di poter manifestare la sua filosofia attraverso l’atletica, la sua risposta personale al senso della vita che trova conferma nell’eterna ciclicità della Natura.

NOTE DI REGIA

Per oltre un anno abbiamo catturato i momenti importanti di Giuseppe Ottaviani. Dal passaggio dai 99 ai 100 anni, dai campionati italiani fino alle gare di atletica outdoor. Il film-documentario verterà dal lato visivo ad un lavoro di ricerca sul paesaggio marchigiano, nello specifico quello collinare e del paese Sant’Ippolito, un continuo dialogo tra il corpo di Ottaviani e il corpo paesaggistico, in un lungo movimento tra la natura e l’uomo.

I motivi che mi spingono alla realizzazione di questo film sono principalmente quelli di una ricerca, a tratti maniacale, sul tempo e l’attesa. Ricerca che ha trovato una risposta, o ha trovato una via attraverso la voce di un uomo che per cause del tutto naturali, anche se straordinarie, è arrivato all’età di 100 anni in perfetta salute. 

Realizzare questo film-documentario è anche la possibilità di raccontare, trasmettere e preservare un pensiero, un pensiero che prende forma nel corpo esteso e resistente di Giuseppe e dell’intero paesaggio che lo circonda, ma soprattutto la capacità di ritrovare il proprio io, ed ampliarlo, anche quando un limite, come l’età, si presenta davanti a noi. Questo vuole essere un lavoro di riflessione sul tempo attraverso la concezione personale dell’eternità di Giuseppe Ottaviani, una prima ricerca spirituale sul senso della vita.

Crediti

Regia: Domenico G.S. Parrino
Fotografia: Giovanni Mirabella, Andrea di Fede
Fonico di presa diretta: Francesco Piazza
Produzione: Humareels, Maxman Coop, Matteo Spallotta
Produzione Esucutiva: Emma Pollini, Giuseppina di Gesaro
Montaggio: Mattia Biancucci
Mix Suono: Alessio Festuccia
Color Correction: Simone Gambelli
Distribuzione: Giuseppe Casapulla per Humareels.
Drata: 17'31"
Paese di Produzione: Italia