REC

Filo di Luce. Appunti per un film sul senso del luogo

regia:
Fasano Michele
durata:
56'
anno:
2004, Italia

Sinossi

Raman è una bambina di dieci anni, indiana, di religione Sikh, arrivata in Italia quando ne aveva quattro al seguito di sua madre. Non ricorda nulla del Punjab, la terra d'origine del padre, emigrato in Pianura Padana sei anni prima della moglie, per lavorare come mungitore in cascina là dove una volta vivevano i contadini italiani ormai estinti. Raman è felice di vivere in campagna perché, come lei dice, le piacciono i "paesaggi silenziosi". Racconta, però, che dopo una vacanza in Punjab, dove aveva ripreso contatto con la terra del padre, è ritornata in Italia piena di domande... dando avvio ad un confronto tra la sua terra d’origine e quella che la ospita e sente sua. Si reca, quindi, dal guru del tempio Sikh di Vescovato in provincia di Cremona per cercare risposte ai suoi quesiti. Dai racconti del guru emergono principi di rispetto per le altre culture, per le altre religioni, per la biodiversità della natura. La bambina scopre, che già in precedenza, da sola, aveva fatto propri quei pensieri, senza saperlo, nell'ascolto silenzioso del paesaggio sonoro della campagna, come lei dice "quando le macchine si fermano", sullo sfondo del fiume Po e della campagna tra Cremona e Reggio Emilia.

Credits

sceneggiatura: Michele Fasano
fotografia: Michele Fasano
suono: Studio Arkì
montaggio: Michele Fasano
musiche: Daniele Furlati
produttore: Sattva Film. Production and School S.r.l.
partecipazione: Famiglie Punjabi della Valle del Po
formato: Digitale